L'acqua da attraversare

Un'acqua speciale...

                 “Quand’ecco che udirono un urlo disperato, e, voltandosi indietro, videro un ragazzetto che, di vetta a uno scoglio, si gettava in mare gridando: – Voglio salvare il mio babbo!” [...]

                 “Appena Geppetto si fu accomodato per bene sulle spalle del figliuolo, Pinocchio, sicurissimo del fatto suo, si gettò nell’acqua e cominciò a nuotare. Il mare era tranquillo come un olio: la luna splendeva in tutto il suo chiarore e il Pesce-cane seguitava a dormire di un sonno così profondo, che non l’avrebbe svegliato nemmeno una cannonata”

Così Pinocchio attraverso l'acqua si avvia a diventare ragazzo. Mette fine alle monellerie, comincia a mettere giudizio e si prende cura del suo babbo...

Anche della natura è importante prendersi cura. Perché è solo così che si possono mantenere quei caratteri specifici di particolari habitat che garantiscono la sopravvivenza delle specie animali e vegetali.

Come ad esempio le zone umide.

Alcune di queste, proprio nella Toscana di Pinocchio, per la loro importanza sono riconosciute a livello internazionale.

Che ne direste allora di passare una giornata veramente speciale visitando la “città degli aironi” oppure “camminando sull'acqua”?