La Carta

 

Possiamo dire che Pinocchio prenda vita proprio dalla carta dove le sue meravigliose Avventure sono state scritte.

Stiamo parlando infatti di un'epoca in cui la rivoluzione digitale era assai lontana e il foglio di carta, lo scrivere sulla carta, il disegnare ed il dipingere sulla carta, erano il principale mezzo per trasferire le informazioni e per comunicare e condividere il proprio pensiero.

Proprio nella Toscana di Pinocchio fino a poche decine di anni fa, sono state prodotte carte di altissimo pregio, filigrane e carta moneta per le famiglie reali, i governi, le grandi imprese e gli artisti di tutto il mondo.
Ed è stata pure inventata una particolare qualità di carta: la cartapaglia!

Gli opifici erano tantissimi e davano da lavorare a famiglie intere. Le due valli contigue, di Pescia e di Collodi, erano attraversate ogni giorno dagli uomini e dalle donne che si recavano al lavoro nelle cartiere utilizzando sentieri e strade minori, a piedi o con i carri.

Ma la Toscana di Pinocchio, che arriva fino al mare, ospita anche i più straordinari maestri della cartapesta, che realizzano le grandi e festose figure che ogni anno animano il Carnevale di Viareggio!

Sì, è proprio il caso di dirlo...voltate pagina!